Pascal Redon

Rosé Premier Cru

Montagne de Reims - Trépail
Questa Cuvée Rosé si esprime con eleganza e distinzione.
Prezzo € 71,00
quantità - +
Aggiungi al carrello
Aggiungi a nominativo

Servizio e abbinamenti

Converrà ricercare un abbinamento con pietanze dalla struttura liscia e compatta, cercando di evitare gli eccessi. Si pensi a un bel prosciutto crudo, a della carne rossa senza salsa, filetto di manzo, a un formaggio a pasta dura stagionato, a una macedonia di frutti di bosco non zuccherata... La qualità dei prodotti e la semplicità della cucina saranno sinonimo di riuscita.

Analisi visiva

Il colore lampone schiacciato è sfumato da riflessi leggermente ramati. L’effervescenza calma e di grande finezza alimenta una piccola catenella di bollicine molto fini. L’insieme è pacato e solletica l’appetito.

Analisi olfattiva

L’intensità media del primo naso ci permette di restare sulla stessa impressione. L’espressione è floreale e arricchita da note di fragola e ciliegia. Dopo qualche minuto d’aerazione appaiono gli aromi più ricchi: peonia e kirsch. È un naso complesso ma soprattutto molto seducente e distinto. Dopo venti minuti, soprattutto con lo scaldarsi della materia, appare un’altra personalità, l’espressione diventa più autunnale e il vino esprime piccole note di sottobosco e funghi finora insospettate. La tenuta all’aria mostra un vino pronto a evolvere verso note più terziarie.

Analisi gustativa

L’attacco è fresco con un’effervescenza fine. Si nota molto rapidamente la bella struttura del vino: un’acidità sapida e, soprattutto a partire da metà palato, una punta di tannino che dà rilievo all’insieme e rafforza l’effervescenza. Il dosaggio, leggermente percettibile, dà un equilibrio acido-zucchero fuso, sostenuto dalla vinosità media del vino.

Il finale

È netto, calcareo, di buona lunghezza, con circa 5-6 secondi di persistenza. L’ultima impressione è dei tannini: densa e strutturata. Queste diverse sensazioni producono una struttura d’insieme liscia e gradevole che possiamo assimilare alla purezza.
Pascal Redon

Pascal

Il mestiere di Vigneron è un duro lavoro.
Non avendo avuto la fortuna di poter studiare, sono dovuto andare ad aiutare i miei genitori al lavoro in vigna per facilitar loro le cose.
Mi sono rapidamente reso conto che per poter vivere di questo mestiere, dovevo creare la mia propria marca di Champagne e svilupparla.
Sono fiero di vedere adesso che i miei 2 figli lavorano insieme per far evolvere questa realtà che mi tiene tanto a cuore.

altri champagne di Pascal Redon

Altri Rosé

Contattami